100 Miglia Magione 2014

FAUSTI SFORTUNATO ALLA 100 MIGLIA DI MAGIONE

Si è conclusa con un ritiro per guasto meccanico la 100 Miglia di Magione di Andrea Fausti, comunque protagonista con la Renault Clio Cup RS 2.0 della Faro Racing in equipaggio con Fabrizio Tablò. La gara svoltasi domenica 23 Novembre è stata ricca di colpi di scena con il pilota aretino a lungo primo di categoria.

100 Miglia Magione 2014Grazie ad un ottima qualifica di Tablò, Andrea è potuto scattare dalla terza posizione di categoria nella griglia di partenza della gara endurance umbra rimanendo però subito coinvolto in una rovinosa carambola che ha costretto l’interruzione della gara.

Con la pista bloccata dal cappottamento della Clio di Alcidi, Andrea rimaneva stretto tra la Seat Leon di Bonanomi/Limonta, in testacoda, e la Bmw di Fumagalli, riportando molti danni all’anteriore della sua Clio. Solo l’abilità dei meccanici Faro Racing ha permesso a Fausti di potersi schierare in griglia per la seconda partenza anche se senza paraurti anteriore e con l’assetto compromesso.

Con estrema freddezza Andrea parte bene al restart successivo e và a prendere la prima posizione di categoria che mantiene per molti giri lottando anche con i guai della sua Renault. Sfilato poi secondo Andrea battaglia a lungo con una vettura di un altra categoria per non perdere il contatto con la Clio dei leader Leopardi/Rogari e non cedere all’altro pilota della Faro Racing Simone Tempesta in terza posizione.

100 Miglia Magione 2014 n14I colpi di scena non terminano qui con Andrea che rimane attardato per un contatto poco prima del pit stop  che oltre al necessario rifornimento di carburante permette a Fabrizio Tablò di prendere il volante e completare l’ultima metà di gara.

Fabrizio è determinato ed il podio di classe è un obiettivo alla portata grazie a tempi di tutto rilievo rispetto agli avversari. Purtroppo a 6 giri dalla fine sui 64 previsti, la rottura di un banale cuscinetto ruota spezza i sogni di gloria e costringe al ritiro Tablò.

Il team Faro Racing festeggia il successo di Simone Tempesta mentre gli equipaggi Billo/Billo e Leopardi/Rogari possono completare indisturbati il podio della Classe Clio RS Cup.

Un ritiro che lascia l’amaro in bocca ad Andrea e Fabrizio che puntavano al massimo risultato ed allo staff della Faro Racing che meritava di festeggiare un doppio podio ma, che non cancella la competitività espressa e lo spettacolo offerto in questa bella gara di fine anno.

100 Miglia Magione 2014 n19

Andrea ha dichiarato: “Sono estremamente amareggiato per il ritiro. Una vera sfortuna per cui il team non ha alcuna responsabilità, anzi, ci tengo a ringraziare i ragazzi della Faro Racing che con competenza e professionalità hanno dato il massimo per mettermi a disposizione una vettura al top. E’ stata una gara difficile condizionata dall’incidente in partenza. Puntavo alla vittoria. Ho dato il massimo ed anche se la mia Clio non era più perfetta dopo il crash, sono stato comunque in grado di occupare la prima posizione. Fabrizio Tablò è stato un compagno eccellente, veloce e concreto. Meritavamo almeno il podio ma le corse sono così. Spero di poter onorare questa bella gara di casa anche il prossimo anno, magari ancora con la Faro Racing e con Fabrizio.”

100 Miglia Magione 2014 n01

Andrea Fausti

ANDREA ALLA 100 MIGLIA DI MAGIONE

MagioneDomenica 23 Novembre il pilota aretino Andrea Fausti prenderà parte alla 100 Miglia di Magione, gara ritenuta ormai una classica di fine stagione dell’automobilismo sportivo italiano.

Sul circuito in riva al lago Trasimeno, Fausti piloterà una Renault Clio Cup RS 2.0 alternandosi alla guida con il pilota romano Fabrizio Paolo Tablò già protagonista nel 2014 del campionato monomarca riservato alle Clio RS 2.0. Insieme difenderanno i colori del team “Faro Racing” nel corso dei 64 giri della gara mini-endurance umbra.

Andrea si cimenterà per la prima volta alla guida della piccola francese di casa Renault ed è alla seconda esperienza di gara con una trazione anteriore avendo sempre corso al volante di vetture formula  e sport-prototipo. Proprio con uno sport-prototipo Radical, Andrea ha disputato l’ultima sua gara nel 2013 vincendo sul circuito polacco di Poznan una prova del Campionato Fia-Cez.

Sabato 22 Novembre si svolgeranno le prove libere. Le qualifiche sono in programma per domenica mattina dalle ore 9:00, mentre la gara prenderà il via alle 11:00.

Andrea Fausti ha così commentato: “Sono contento di tornare in quello che ho sempre definito il mio circuito di casa avendoci percorso i primi giri al volante di una monoposto. L’ultima volta che ci ho corso è stata in una delle gare del Campionato Italiano Prototipi del 2009. Sono curioso di provare la Clio Cup e sono sicuro che con il mio compagno Fabrizio possiamo puntare a far bene.”

Fausti Poznan 2013 Podio2

FAUSTI VINCE AL DEBUTTO IN POLONIA

Fausti Poznan 2013 Podio3Debutto vincente per Andrea Fausti nel campionato Radical FIA Cez in Polonia nello scorso week end del 23 giugno. Il pilota di Arezzo ha infatti vinto Gara 1 sul circuito di Poznan conquistando anche il giro più veloce e la pole position per Gara 2. Al volante del prototipo Radical SR3 RS del Team Radical Motorsport Poland, Andrea ha conquistato il giro più veloce anche in Gara 2, mentre era saldamente al comando, ma è stato costretto al ritiro quando è scivolato fuori pista sull’olio lasciato da un’altra vettura.

Un vero peccato perché la vittoria anche in Gara 2 era sicuramente alla portata visto il ritmo schiacciante dimostrato ed il vantaggio accumulato fino a quel momento.

Fausti ha scoperto il circuito di Poznan nelle prove libere di giovedì 20 ma questo non gli ha impedito di far segnare da subito il primo tempo. Nelle qualifiche per Gara 1 invece il pilota toscano ha potuto compiere solo pochi giri ad inizio sessione per un banale guasto al motore. Rimasto in pole position provvisoria fino a due minuti dalla fine, Andrea è poi stato scansato in terza posizione senza possibilità di replicare.

Fausti Poznan 2013Andrea Fausti si è riscattato ampiamente in Gara 1 sabato 22. Agguantato il comando sin dalla prima curva, l’aretino ha comandato la gara per tutti i 25 minuti più un giro con un vantaggio finale di 25 secondi su Offer Koller  e Dudziak Tomasz. Il giro veloce segnato da Andrea in gara è poi risultato di ben 4 decimi di secondo più rapido della pole position.

Domenica mattina Fausti non si è fatto scappare la pole position per Gara 2 sull’asfalto bagnato dalla pioggia della notte.  Partito bene dalla prima fila, il pilota del Radical Mororsport Poland è riuscito a mantenere la prima posizione ed imporre subito un ritmo elevatissimo. Una cavalcata interrotta dall’olio lasciato in pista da un’altra auto proprio in una velocissima curva da quinta marcia. E’ rimasto invece imbattuto il giro più veloce della gara segnato da Andrea prima del ritiro.

Un grande rammarico ma che non toglie nulla alla competitività espressa durante tutto il week end. Grazie a questi risultati infatti Fausti spera in una estensione degli impegni con il team Radical Motorsport Poland.

Sono molto dispiaciuto per il ritiro in Gara2 perché la seconda vittoria era vicinissima.

Ha commentato Andrea a caldo.

Purtroppo non ho potuto fare nulla quando la mia Radical è partita sull’olio sparso in pista e di cui nessun commissario si era accorto. Stando in testa alla gara sono stato il primo a passarci sopra! E’ stato comunque un week end esaltante dove nulla è stato scontato e i risultati sono stati il frutto di un ottimo lavoro svolto con il Team Radical Motorsport Poland. Abbiamo fatto un bel lavoro di affinamento sulla vettura che spero di poter nuovamente portare ad altri successi in gare future. Intanto il mio ringraziamento va al Team Manager Hakan Petersson ed a tutti i componenti Radical Poland, meccanici inclusi, per il supporto datomi.

Radical_Poznan

FAUSTI TORNA IN PISTA IN POLONIA

Il pilota aretino correrà il 23 giugno con la Radical a Poznan

Inizia finalmente il 2013 agonistico per il pilota di Arezzo Andrea Fausti  che questo fine settimana correrà in Polonia con uno sport prototipo Radical. Fausti è stato infatti ingaggiato dal team Radical Motorsport Poland per correre sul circuito di Poznan in una delle principali gare del calendario motoristico polacco che richiama team e piloti da tutta Europa.

Andrea prenderà parte a due gare sprint da 25 minuti + 1 giro con un prototipo Radical SR3 RS da 260cv e 550kg di peso.
La stesso prototipo con cui l’aretino ha vinto il Campionato Europeo nel 2010, ha vinto a Spa nel 2011 nell’Europeo ed ha colto due vittorie di classe a Varano nel 2012 nell’Italian Radical Trophy.

Il week end prevede un programma molto dilatato a causa delle tante categorie. Le prove libere si terranno giovedì 20 giugno mentre le qualifiche saranno venerdì alle 14:55. Andrea correrà Gara 1 sabato 22 alle 19:10 mentre Gara 2 è prevista per domenica 23 alle 17:00.

Dopo questa gara la stagione sportiva di Fausti proseguirà come programmato con le gare del campionato endurance tedesco “VLN” che si corrono nel mitico circuito del Nurburgring Nordschleife.

In partenza per la Polonia Andrea ha dichiarato:

Sono molto orgoglioso di questo ingaggio perchè significa che il mio nome è sempre conosciuto in Europa. Correre con lo sport prototipo Radical è sempre bellissimo perchè è un auto estremamente veloce. Il circuito di Poznan non lo conosco ma sono fiducioso di adattarmi velocemente come ho sempre fatto. La concorrenza sarà molto agguerrita essendo il week end di gara molto importante per il panorama polacco. Come sempre darò il massimo per ricambiare la fiducia datami.

vln2012-01

DEBUTTO SFORTUNATO NEL VLN

Quindici minuti. Tanto mancava alla conclusione della 4 ore del Nurburgring, in Germania, che fino a quel momento aveva visto splendido protagonista di classe il pilota aretino Andrea Fausti assieme al fiorentino Lorenzo Scotti ed al veronese Bernardo Pellegrini. Secondi di classe V3, in piena rimonta, stavano per insidiare la prima posizione quando il cambio ha ceduto costringendoli al ritiro.

Un epilogo amaro per l’equipaggio italiano che aveva combattuto tenacemente per tutto il fine settimana contro auto ben più performanti. Azzerando fin da subito il gap di esperienza che li separava dai tanti piloti specialisti dei mitici 25 km della Nordschlaife, stavano per cogliere un risultato incredibile.

Fin dalle qualifiche Fausti, Scotti e Pellegrini avevano fatto capire le loro intenzioni. A metà sessione, con asfalto bagnato, avevano spinto la loro piccola Opel Astra OPC non solo al primo posto di categoria V3 ma fino ad un eccezionale novantesimo posto assoluto sulle centosessanta auto iscritte, tramutatosi poi, con  l’asciugarsi dell’asfalto, in un comunque generoso secondo posto di categoria e centotrentacinquesimo assoluto.

La gara è invece subito partita in salita. Un contatto al primo giro ha infatti costretto Andrea ad effettuare una sosta per una rapidissima riparazione. Da quel momento per tre ore e quaranta i tre hanno impresso un ritmo da qualifica per rimontare decine di posizioni fino al secondo posto di categoria. Con un motore sempre più in crisi di cavalli neppure i freni mal funzionanti dal primo giro avevano convinto i tre ad arrendersi, fino a quando il cambio ha detto basta.

Sicuramente un grande rammarico per il risultato sfumato ma obiettivi raggiunti. Per primo quello accumulare giri ed esperienza nel circuito più difficile e pericoloso del mondo, non a caso soprannominato “Inferno Verde”. Seconda soddisfazione quella di essere stato veloce e consistente in ogni situazione della gara con asfalto asciutto o bagnato.

Adesso Andrea Fausti guarda già alla prossima gara con un auto ben più performante per continuare la marcia di avvicinamento alla 24 ore del Nurburgring.

Quindici minuti. Tanto mancava alla conclusione della 4 ore del Nurburgring, in Germania, che fino a quel momento aveva visto splendido protagonista di classe il pilota aretino Andrea Fausti assieme al fiorentino Lorenzo Scotti ed al veronese Bernardo Pellegrini. Secondi di classe V3, in piena rimonta, stavano per insidiare la prima posizione quando il cambio ha ceduto costringendoli al ritiro.

nurburgring-test2-2012-03

AL NURBURGRING PER UNA 4H VLN

Andrea Fausti torna in pista questo week end di fine Agosto in Germania per disputare una gara di 4 ore al Nurburgring, il circuito più insidioso e leggendario della storia dell’automobilismo.

L’equipaggio formato dal pilota aretino e dai piloti Lorenzo Scotti di Firenze e Bernardo Pellegrini di Verona sarà infatti impegnato nella mitica Nordschleife, il tortuoso anello nord di oltre 20 km di lunghezza, rimasto immutato negli anni con i suoi velocissimi sali-scendi e curve cieche caratterizzate da vie di fuga inesistenti. La gara di 4 ore appartiene al campionato VLN, seguitissima serie tedesca che fa correre vetture GT e Turismo di ogni preparazione, per una lista partenti spesso prossima alle 200 auto.

I tre piloti italiani saranno alla guida di una Opel Astra OPC di classe V3 per i colori del team tedesco T+N Motorsport. Fausti, Scotti e Pellegrini saranno al debutto in gara nell’”Inferno Verde”, come viene soprannominato lo storico circuito, dopo aver disputato lo scorso 11 e 12 Agosto un test di 12 giri per memorizzare le 73 curve del tracciato.

Fausti aveva già corso al Nurburgring nel 2010 in occasione del Campionato Europeo Prototipi Radical cogliendo con Cencetti due vittorie, ma nel circuito moderno, creato per ospitare la Formula Uno, che in questa occasione rappresenterà solo una minima parte del tracciato di gara.

Come Andrea anche Lorenzo Scotti e Bernardo Pellegrini provengono dai prototipi Radical. Scotti ha corso proprio con Fausti il Campionato Europeo Radical 2011 cogliendo una vittoria a Spa. Pellegrini vittorioso nell’Europeo 2011 a Imola è quest’anno secondo nella classifica SR3 dell’Italian Radical Trophy. Classifica comandata dall’aretino compagno di team Andrea Fausti con 4 punti di vantaggio.

La partecipazione a questa gara di durata avrà lo scopo valutare un programma finalizzato alla partecipazione alla 24 ore.  La gara più importante che si svolge sulla Nordschleife e tra le più blasonate del panorama endurance mondiale.

La gara di 4 ore prenderà il via alle 12:00 di sabato 25 preceduta alle 8:00 dalle qualifiche. Le prove libere si svolgeranno venerdì 24 alle 16:00.

Andrea ha dichiarato: “Sono eccitato all’idea di correre nel vecchio Nurburgring, è una esperienza che sognavo da tempo. Il circuito e tanto bello ed emozionante quanto impegnativo e pericoloso. Al primo giro che ci ho svolto sono rimasto perplesso… poi ho iniziato a memorizzare le curve, a capire dove potevo entrare a gas aperto e dove era necessario frenare. La pista è uno squarcio in mezzo al bosco con i rail a filo asfalto, con salite ripidissime e discese mozzafiato. La gara la useremo per fare esperienza sia sul tracciato sia sulla strategia. E’ la prima volta che corro con una vettura turismo e con una trazione anteriore ma di sicuro non sarà un problema. L’idea sarebbe quella di correre altre gare con una GT ma intanto facciamo un passo alla volta.

nurburgring-test1-2012-16

ANDREA PROVA AL RING

Andrea Fausti si è recato in Germania per due giorni di test sul vecchio circuito del Nurburgring il 10 ed 11 agosto.

Assieme agli amici piloti Lorenzo Scotti, Bernardo Pellegrini e Alessandro Lonardi, Andrea ha avuto un primo contatto con le 73 curve del circuito più pericoloso del mondo. La Nordschleife misura infatti più di 20 chilometri e negli anni è rimasto sempre invariato. Il tracciato, che ha fatto la storia del motorsport, si è meritato il soprannome di “inferno verde” non solo per il susseguirsi di curve cieche e salisciendi mozza fiato, ma per la quasi totale assenza di vie di fuga. Il velocissimo Ring, immerso nel bosco, ha solo dei rail a bordo asfalto.

Obiettivo di Andrea è quello di correre l’ottava prova del campionato VLN che si disputerà sul circuito tedesco il prossimo 24 e 25 agosto. Si tratta di una gara di durata di 4h alla quale possono prendere parte tutte le categorie GT e Turismo. La media dei partenti ha questo genere di gara sfiora le 180 auto. Compagni di equipaggio potrebbero essere gli stessi Scotti, Pellegrini o Lonardi.

cremona-01

FAUSTI INAUGURA CREMONA

Lo scorso sabato 7 luglio si è svolta l’inaugurazione del nuovissimo autodromo di San Martino del Lago nei pressi di Cremona. Ospite della manifestazione il pilota aretino Andrea Fausti protagonista di tanti hot lap ed esibizioni con la Radical del Team Uk Racing con cui conduce la classe SR3 dell’Italian Radical Trophy”.

Tantissimo il pubblico intervenuto per l’evento e tante le persone che hanno avuto la fortuna di sedere nel sedile passeggero del prototipo inglese al fianco di Andrea che non si è certo risparmiato offrendo spettacolo e brividi.

L’ autodromo ha uno sviluppo di 3.450 mt e si presenta come un circuito molto tecnico grazie a curve con diverse raggiature, di cui 6 a sinistra e 5 a destra, spezzate da un rettilineo di ben 940 metri.
Il senso di percorrenza è antiorario. Presto verrà omologato per le competizioni.

Premiazione ACI 2012 - 1

FAUSTI PREMIATO DA ACI

Andrea Fausti ha ricevuto martedì 29 maggio un riconoscimento per i risultati ottenuti nella stagione 2011.

A consegnarlo è stato l’ACI di Arezzo nell’ambito della cerimonia di premiazione dei piloti della provincia aretina. L’evento si è svolto presso l’Hotel Minerva di Arezzo ed è stato presenziato da Paolo Volpi (Delegato Csai Arezzo), Bernardo Mennini  (Presidente Aci Arezzo) e Stefano Vellone (Direttore Aci Arezzo). Ospite d’eccezione l’attuale Presidente Nazionale Aci, Angelo Sticchi Damiani, che nella sua carriera è stato anche Presidente CSAI.

Un gradito premio per Andrea che nel 2011 ha corso da campione in carica il campionato europeo prototipi “Radical  European Masters”, cogliendo un eccezionale vittoria nello splendido circuito di Spa-Francorschamps in Belgio.

Premiato direttamente dal Delegato Csai Volpi, Andrea ha avuto anche modo di spendere due parole sui risultati conseguiti e sugli impegni attuali.

 

mugellino-kart-2012-2

PODIO IN KART AL MUGELLINO

Andrea Fausti ha deciso di saltare la secondo prova del “italian Radical Trophy” che si è svolta lo scorso 20 Maggio sul circuito siciliano di Pergusa. Una decisione presa per pianificare meglio il proseguimento della stagione ed essere sicuro di partecipare alle restanti gare geograficamente più vicine.

Intanto il pilota aretino è tornato a correre anche col Go-Kart in una gara Endurance sul circuito del Mugellino situato all’interno del famoso autodromo del Mugello. Andrea ha corso per i colori del team Indipendent Driving Force dividendo le tre ore di gara con i piloti Francesco Bidini, Christian Pigionanti e Davide Biagini.

I quattro hanno letteralmente dominato le prime due ore di gara concludendo al secondo posto solo a causa di un calo di motore e di alcuni episodi un po’ dubbi sulla tattica dell’equipaggio vincitore.

Andrea è stato protagonista del primo turno di gara quando, scattato dalla sesta posizione in griglia di partenza, ha con efficacia recuperato posizioni fino alla testa della classifica. Una prima posizione che non è stata più mollata per due ore malgrado una safety car e la pioggia copiosa. Grazie ad un lavoro strepitoso di tutto il team il vantaggio è arrivato a sfiorare il minuto con tutti gli equipaggi doppiati ad esclusione del secondo e del terzo.

Poi purtroppo un forte calo prestazionale del mezzo ha costretto il team Indipendent Driving Force a mostrare bandiera bianca cercando di amministrare ed arrivare almeno in seconda posizione.

Visto lo spettacolare risultato è probabile che si rivedrà il team toscano nuovamente riunito per altre gare di durata in kart entro la fine dell’anno.

Andrea Fausti ha deciso di saltare la secondo prova del “italian Radical Trophy” che si è svolta lo scorso 20 Maggio sul circuito siciliano di Pergusa. Una decisione presa per pianificare meglio il proseguimento della stagione ed essere sicuro di partecipare alle restanti gare geograficamente più vicine.

Intanto il pilota aretino è tornato a correre anche col Go-Kart in una gara Endurance sul circuito del Mugellino situato all’interno del famoso autodromo del Mugello. Andrea ha corso per i colori del team Indipendent Driving Force dividendo le tre ore di gara con i piloti Francesco Bidini, Christian Pigionanti e Davide Biagini.

I quattro hanno letteralmente dominato le prime due ore di gara concludendo al secondo posto solo a causa di un calo di motore e di alcuni episodi un po’ dubbi sulla tattica dell’equipaggio vincitore.

Andrea è stato protagonista del primo turno di gara quando, scattato dalla sesta posizione in griglia di partenza, ha con efficacia recuperato posizioni fino alla testa della classifica. Una prima posizione che non è stata più mollata per due ore malgrado una safety car e la pioggia copiosa. Grazie ad un lavoro strepitoso di tutto il team il vantaggio è arrivato a sfiorare il minuto con tutti gli equipaggi doppiati ad esclusione del secondo e del terzo.

Poi purtroppo un forte calo prestazionale del mezzo ha costretto il team Indipendent Driving Force a mostrare bandiera bianca cercando di amministrare ed arrivare almeno in seconda posizione.

Visto lo spettacolare risultato è probabile che si rivedrà il team toscano nuovamente riunito per altre gare di durata in kart entro la fine dell’anno.

Andrea Fausti ha deciso di saltare la secondo prova del “italian Radical Trophy” che si è svolta lo scorso 20 Maggio sul circuito siciliano di Pergusa. Una decisione presa per pianificare meglio il proseguimento della stagione ed essere sicuro di partecipare alle restanti gare geograficamente più vicine.

Intanto il pilota aretino è tornato a correre anche col Go-Kart in una gara Endurance sul circuito del Mugellino situato all’interno del famoso autodromo del Mugello. Andrea ha corso per i colori del team Indipendent Driving Force dividendo le tre ore di gara con i piloti Francesco Bidini, Christian Pigionanti e Davide Biagini.

I quattro hanno letteralmente dominato le prime due ore di gara concludendo al secondo posto solo a causa di un calo di motore e di alcuni episodi un po’ dubbi sulla tattica dell’equipaggio vincitore.

Andrea è stato protagonista del primo turno di gara quando, scattato dalla sesta posizione in griglia di partenza, ha con efficacia recuperato posizioni fino alla testa della classifica. Una prima posizione che non è stata più mollata per due ore malgrado una safety car e la pioggia copiosa. Grazie ad un lavoro strepitoso di tutto il team il vantaggio è arrivato a sfiorare il minuto con tutti gli equipaggi doppiati ad esclusione del secondo e del terzo.

Poi purtroppo un forte calo prestazionale del mezzo ha costretto il team Indipendent Driving Force a mostrare bandiera bianca cercando di amministrare ed arrivare almeno in seconda posizione.

Visto lo spettacolare risultato è probabile che si rivedrà il team toscano nuovamente riunito per altre gare di durata in kart entro la fine dell’anno.